2013_02_21_16_53_21

Artemisia a Palazzo Blu

Dopo il successo della mostra Wassily Kandinsky. Dalla Russia all’Europa BLU | Palazzo d’arte e cultura presenta la nuova iniziativa. Fulcro dell’iniziativa è il dipinto eseguito da Artemisia Gentileschi nel 1632: Clio musa della Storia. La mostra, che propone importanti dipinti, inediti o mai visti in Italia, si concentra sugli anni napoletani dell’artista e approfondisce le nostre conoscenze sulla sua cospicua produzione partenopea e sulle sue vicende biografiche nella capitale del Vice Regno e in Toscana, dove Artemisia conservava interessi e proprietà.

A seguito delle due mostre monografiche dedicate alla pittrice a Milano (2011) e a Parigi (2012), l’esposizione pisana, si concentra sulla Clio, Musa della storia, dipinto ascrivibile al 1632. La rassegna di Palazzo Blu studia la tecnica e le variazioni stilistiche praticate da Artemisia a Napoli grazie al confronto con altri dipinti eseguiti nella grandiosa e popolosa bottega montata dalla Gentileschi in quegli anni. Tra questi, oltre al prestigioso David inedito (1631) proveniente da un’antica collezione napoletana, saranno presentate altre opere certe di quegli anni, quali l’Annunciazione del Museo Nazionale di Capodimonte (1630), la Minerva delle Gallerie Fiorentine (1635), restaurata per l’occasione, l’Autoritratto della Galleria Nazionale di Palazzo Barberini (1635-37).

BLU | Palazzo d’arte e cultura
Artemisia. La musa Clio e gli anni napoletani
23 marzo – 30 giugno 2013

martedì-venerdì 10.00/19.00
sabato-domenica 10.00/20.00
ingresso gratuito

Informazioni
Tel. 050 220 46 50
Mail: info@palazzoblu.it

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi unirti alla discussione?
Sentiti libero di contribuire!

Lascia un Commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>