2014_06_18_10_55_19

Amedeo Modigliani – 3 ottobre 2014 – 15 febbraio 2015

Amedeo Modigliani – 3 ottobre 2014 – 15 febbraio 2015 – BLU | Palazzo d’arte e cultura – Pisa

Pochi uomini hanno incarnato come Modigliani il mito romantico dell’artista geniale e trasgressivo. “Modì”, l’artista maledetto dalla vita dissoluta, il bellissimo dandy dai tanti amori, il genio incompreso che si rifugiava nel vino e nell’assenzio la cui storia è breve ma intensa, drammatica e memorabile.
Tutti coloro che posarono per lui dissero che essere ritratti da Modigliani era come farsi spogliare l’anima.
In mostra nelle suggestive sale di Palazzo Blu di Pisa, una ricca e attenta selezione di opere provenienti dal Centre Pompidou di Parigi insieme a magnifici capolavori provenienti dalle principali collezioni pubbliche e private, italiane e straniere ricreeranno l’atmosfera culturale in cui maturò la straordinaria ed entusiasmante esperienza della pittura dell’epoca e la vicenda artistica di Modigliani dal periodo della sua formazione a Livorno fino al suo trasferimento a Parigi, nel 1906, nella costante e irrequieta ricerca del nuovo.
E’ nella Parigi della cultura avanguardista, dei fauves, tra amici quali Marc Chagall, Max Jacob, Georges Braque, Jean Cocteau che il dissoluto artista e tombeur de femmes, matura la sua poetica artistica, influenzato fortemente da Picasso, Toulouse-Lautrec e Cézanne.
Insieme alle opere di Modì, saranno presenti anche i grandi capolavori di artisti dell’epoca, suoi contemporanei e compagni di avventure a Montparnasse tra i quali Chaim Soutine, Pablo Picasso, Marc Chagall, Fernand Léger e tante figure popolari come Maurice Utrillo, Suzanne Valadon, André Derain o Raoul Dufy, Juan Gris e Gino Severini.
A completare il percorso espositivo, una significativa selezione di sculture di Modigliani e dei grandi scultori dell’epoca come il celebre Constantin Brancusi e ancora una eccezionale serie di fotografie scattate da Brancusi stesso.
La curatela scientifica è affidata a Jean Michel Bouhours, accreditato studioso di Modigliani e curatore del dipartimento delle collezioni moderne del Centre Pompidou di Parigi. Un’opportunità unica, dunque, per rivisitare una fondamentale stagione culturale che ha influenzato l’intera produzione artistica europea.

Capodanno Pisano - banner

25 marzo 2013 – Capodanno Pisano

Anche quest’anno gli appuntamenti di sabato 24 e domenica 25 marzo sono davvero tanti:

  • Le Giornate del Romanico Pisano
  • Speciali tour a Pisa, Volterra, Pomarance e Castelnuovo Val di Cecina
  • offerte termali e di benessere a Casciana TermeSan Giuliano Terme;
  • rassegna gastronomica Volterragusto e visite guidate dedicate all’alabastro a Volterra;
  • apertura straordinaria della Certosa di Calci e della Chiesa di San Jacopo a Zambra a Cascina
  • ingresso gratuito al Museo Kienerk di Fauglia ed ai musei di Peccioli;
  • apertura stagionale della Rocca del Brunelleschi a Vicopisano;
  • escursioni naturali al Bosco di Tanali Bientina
  • itinerari dedicati alla geotermia ed alla magia delle “terre fumanti” a Larderello eCastelnuovo Val di Cecina;
  • degustazione di vini a Palaia;
  • trekking urbano a Pontedera;
  • un workshop fotografico lungo la Via Francigena e la festa del cioccolato PinocchioCiok a San Miniato;
  • shopping lungo la “Via del Cuoio” a Santa Croce;
  • spettacolo teatrale a Lari.

Sul sito www.pisaunicaterra.it provvederemo ad aggiornare continuamente il programma!

resize.php

K. HARING IN MOSTRA AL PALAZZO BLU


29.09 – 11.11 2012
K. HARING IN MOSTRA AL PALAZZO BLU, DIRETTAMENTE DA NEW YORK… DA OTTOBRE AFFIANCATO DALLA MOSTRA PERSONALE DI KANDINSKY.

Una piccola ma preziosa mostra, organizzata dalla Fondazione Palazzo Blu in collaborazione con il Comune di Pisa e la Fondazione Keith Haring di New York e con il patrocinio del Presidente della Regione Toscana.

Saranno esposte, presso la Sala della Biblioteca di Palazzo Blu, sei opere originali di Haring realizzate tra il 1987 e il 1989 per il Pop shop. Alcune foto e un video raccontano invece la storia del murale e del restauro appena terminato di questa eccezionale opera d’arte che occupa una parete di oltre centottanta metri quadrati nel centro della città di Pisa.

Il restauro ha riportato l’opera al centro dell’attenzione dei Pisani e ha offerto l’occasione per ripensare la piazzetta antistante e promuovere un intervento di valorizzazione nel senso di una migliore fruizione del murale, senza tradire l’idea di arte espressa da Haring e il messaggio universale di Tuttomondo. In questo contesto ben si colloca la scelta di intitolare la piazza a Haring, ultimo tributo di riconoscenza all’artista scomparso prematuramente e al dono che lui fece alla nostra città.

La mostra, ad ingresso gratuito, è allestita nella Sala della Biblioteca di Palazzo Blu, visitabile dal martedì al venerdì dalle 10.00 alle 19.00 e sabato e domenica dalle 10.00 alle 20.00. A partire dal 13 ottobre l’orario sarà adeguato a quello della mostra temporanea dedicata a Kandinsky, aperta tutti i giorni compreso il lunedì.

TUTTOMONDO. Keith Haring a Pisa: una mostra, una piazza, il restauro